15 anni a reclutatore legato attacco Charlie

Salim Benghalem, ritenuto uno dei mandanti del massacro

Il super-ricercato francese Salim Benghalem, uno dei dieci uomini più pericolosi dell'Isis secondo le autorità Usa sospettato di essere uno dei mandanti dell'attacco a Charlie Hebdo, è stato condannato in contumacia dal tribunale di Parigi a 15 anni di reclusione per il suo ruolo di reclutatore di combattenti verso Siria e Iraq.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA