Messico, ucciso boss del narcotraffico

Cadavere di Rosales abbandonato sul bordo di un'autostrada

Carlos Rosales, detto "il Tisico", uno dei fondatori e massimi dirigenti della Familia Michoacana - un cartello di narcotrafficanti messicani molto potente nel primo decennio del secolo - è stato trovato morto insieme ad altri tre uomini al bordo di un'autostrada, nella località di Paracuaro. Rosales sarebbe stato ucciso dopo una riunione con responsabili di una milizia di autodifesa civile a Las Cortinas, piccola località rurale del sudovest dello stato.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA