Kosovo, lacrimogeni in Parlamento

Bagarre sugli accordi siglati con Serbia e Montenegro

In Kosovo l'opposizione nazionalista ha nuovamente sprigionato gas lacrimogeni in parlamento in segno di protesta contro accordi conclusi dal governo con Serbia e Montenegro. Il blocco dei lavori parlamentari con l'uso di lacrimogeni va avanti da oltre tre mesi, con l'opposizione che chiede l'annullamento dell'accordo con Belgrado per la creazione della nuova Associazione delle comunita' serbe in Kosovo, e di un altro con Podgorica sulla demarcazione della frontiera con il Montenegro.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA