>>>ANSA/ Missionario italiano ferito in un agguato in Bangladesh

Padre Piero Parolari colpito alla testa mentre era in bicicletta

Ancora un altro attacco - rivendicato dall'isis - contro un italiano in Bangladesh dove di recente è aumentata la violenza di matrice islamica contro blogger, pensatori laici, stranieri e minoranze religiose. Padre Piero Parolari, missionario del Pime, è scampato a un gravissimo attentato stamattina mentre in bicicletta si recava al lavoro in un ospedale di Dinajpur, nel nord del Paese asiatico. E' stato colpito alla testa e al collo da alcuni proiettili sparati da una distanza ravvicinata da tre uomini giunti a bordo di una motocicletta. Le sue condizioni per ora sono stabili e secondo i medici sarebbe fuori pericolo di vita. Dopo aver subito un intervento chirurgico è stato trasferito nel pomeriggio in elicottero a Dacca e ricoverato all'ospedale Bangabandhu Sheikh Mujib Medical University. L'Unità di crisi della Farnesina e l'ambasciata d'Italia nella capitale lo stanno assistendo e sono in contatto con la famiglia. Parolari, lecchese di 64 anni, è noto per la sua attività nel campo sanitario, in particolare per quanto riguarda la cura dei malati di tubercolosi. Prima di diventare missionario nel 1985, si era laureato in medicina. Esercitava ancora la professione recandosi tutti i giorni in bicicletta dalla sua parrocchia di Suihari all'ospedale St.Vincent gestito dalla diocesi. A Lecco, i parenti di padre Parolari, inclusi sei nipoti, sono rimasti sconvolti dalla notizia. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA