Catalogna vota inizio iter indipendenza

Parlamento Barcellona ha approvato mozione per avvio processo. Rajoy annuncia ricorso immediato a Consulta

BARCELLONA - Il parlamento di Barcellona ha approvato una mozione nella quale dichiara l'inizio del processo verso la costituzione di uno "stato indipendente" catalano "sotto forma di repubblica", aprendo una grave crisi con il governo spagnolo. La mozione è stata approvata con i 72 voti della maggioranza indipendentista, contro i 63 degli altri partiti. Il premier spagnolo Mariano Rajoy ha annunciato un immediato ricorso alla Corte costituzionale di Madrid contro la mozione indipendentista approvata oggi dal parlamento di Barcellona.

Rajoy ha detto che dopo una riunione straordinaria del governo mercoledì mattina firmerà il ricorso e chiederà la sospensione cautelare della risoluzione catalana. Rajoy ha definito "anti-costituzionale" il documento approvato dal Parlament di Barcellona ed ha indicato avere chiesto al consiglio di stato spagnolo di preparare entro 24 ore il ricorso da presentare alla Corte costituzionale, che firmerà mercoledì. "Come è prerogativa del governo chiederò la sospensione cautelare della mozione" ha precisato. Anche il segretario del Psoe, il principale partito di opposizione a Madrid, Pedro Sanchez ha preso posizione contro la mozione catalana, che ha definito "la maggiore sfida all'ordine costituzionale spagnolo".

La corte costituzionale spagnola si è sempre pronunciata contro le spinte indipendentiste catalane. La costituzione spagnola, adottata nel periodo di transizione fra la dittatura franchista e la democrazia, non prevede la secessione di una parte del territorio nazionale. Rajoy ha sostenuto anche che la mozione del parlamento catalano "non ha alcun valore e non può avere alcuna conseguenza". Il governo di Madrid, ha avvertito, "non consentirà che questo continui. Useremo tutti i mezzi dello stato di diritto".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA