Euro 2016: gare a porte chiuse, 'Per l'Italia, rischi crescenti'

Fonte all'ANSA, "forze intervento speciali presenti nei ritiri"

A 100 giorni dal calcio d'inizio di Euro 2016, gli organizzatori per la prima volta hanno parlato oggi di possibili incontri a porte chiuse. La delegazione italiana può essere uno degli obiettivi, ha confermato all'ANSA una fonte, aggiungendo che gli azzurri sono considerati a tutt'oggi un obiettivo "a rischio crescente".

La stessa fonte della sicurezza internazionale ha anticipato che nei ritiri e nei campi base saranno presenti uomini dei GIGN e del RAID, le forze di sicurezza francese antiterrorismo.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA