• Incendio in chalet in Svizzera, muore ragazzo italiano

Incendio in chalet in Svizzera, muore ragazzo italiano

Figlio Ad di Msc Crociere. Un altro ventenne si salva

Ci sono volute ore per domare il violento incendio divampato all'alba di ieri in uno chalet nella nota località turistica e sciistica svizzera di Villar-sur-Ollon e nel quale ha perso la vita il figlio ventunenne dell'ad di Msc crociere, Gianni Onorato. Un comunicato della polizia cantonale svizzera indicava semplicemente che "una persona non era riuscita a fuggire e si è trovata intrappolata nelle fiamme" senza fornire altre informazioni né sull'identità né sulla nazionalità della vittima. Ma dalle indiscrezioni cominciate a filtrare da fonti locali si è poi saputo che la vittima è Lorenzo Onorato, il figlio dell'Ad di Msc Crociere Gianni Onorato, il grande gruppo crocieristico che ha sede a Ginevra, a circa un centinaio di chilometri di distanza da Villar. Il cordoglio a nome del gruppo è stato espresso dal presidente esecutivo di Msc Cruises Pierfrancesco Vago che ha evocato la "terribile tragedia che ha colpito ieri la famiglia" dell'ad Onorato. "Il rispetto e la tutela della privacy dei suoi cari è il primo segno di vicinanza che vogliamo offrirgli in un momento di così grande dolore e sofferenza. Tutta Msc Crociere, a partire dall'intera famiglia Aponte si stringe intorno a lui e la sua famiglia con affetto, preghiere e pensieri", ha detto Vago a proposito della scomparsa di Lorenzo, l'unico ad avere perso la vita nel villino di una ventina di appartamenti, molti usati solo nel periodo delle vacanze. Il suo compagno di appartamento, un ragazzo anche lui ventenne si è salvato saltando dalla finestra del terzo piano. I vicini lo hanno aiutato piazzando materassi a terra per consentirgli il salto senza troppi danni. Il ragazzo e' stato trasferito all'ospedale di Chablais in stato di forte choc. Altre quindici persone sono state evacuate dai pompieri intervenuti in massa anche da Losanna, insieme a pattuglie della gendarmerie, della polizia e personale medico dallo chalet nel quartiere di Rochesgrises, una palazzina tipicamente montana, legno e pietra, di quattro piani. Un'inchiesta per accertare le cause del disastro è stata aperta ed è tuttora in corso. La polizia cantonale di Losanna in serata ha fatto sapere che al momento non ci sono novità e che ufficialmente ancora non ci sono conferme sull'identità della vittima. "L'inchiesta è ancora in corso", ha detto una fonte della polizia, ma la triste realtà è ormai nota

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA