Draghi: 'Pronti ad agire se necessario'

'La politica monetaria non puo' fare tutto'. 'Incontrato Yellen, politiche su strade diverse'

LIMA - La Bce e' pronta ad agire nell'ambito del suo mandato se necessario. Lo afferma il presidente della Bce, Mario Draghi, sottolineando che l'inflazione dovrebbe restare bassa nel breve termine.

La politica monetaria non puo' fare tutto. Lo afferma il presidente della Bce, Mario Draghi.

''Ci siamo incontrati'' con il presidente della Fed Janet Yellen e ''ci siamo aggiornati sullo stato delle rispettive economie''. Lo ha detto il presidente della Bce, Mario Draghi. ''La ripresa si e' rafforzata negli Stati Uniti, nell'area euro e' graduale'' e la politica monetaria si muove in direzione diverse. Negli Usa si discute quando aumentare i tassi, nell'area euro ci si interroga su quanto andranno avanti le misure e se ampliare.

''La ripresa globale continua ma la crescita e' modesta e incerta. L'incertezza e la volatilita' dei mercati finanziari e' aumentata e le prospettive di medio termine della crescita si sono indebolite''. E' quanto si legge nel comunicato finale dell'Imfc, il braccio esecutivo del Fmi. ''I rischi all'outlook sono aumentati''.

L'Imfc, il braccio esecutivo del Fmi, ribadisce il proprio impegno contro ogni forma di protezionismo e contro svalutazioni competitive. E' quanto si legge nel comunicato finale della riunione, nel quale si precisa che un'attenta, calibrata, chiara ed efficace comunicazione delle decisioni politiche sono essenziali per aiutare a limitare l'eccessiva volatilita' del mercato e ricadute negative.


   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who