Expo: Alitalia ed Etihad compagnie aeree ufficiali

Del Torchio, scelta conferma nostro ruolo strategico

Il primo effetto delle imminenti nozze tra Alitalia ed Etihad sarà la collaborazione con Expo, che le ha nominate compagnie aeree ufficiali a seguito di un bando di gara. L'annuncio è stato dato poche ore fa, mentre sono ancora in corso le trattative sugli esuberi per poter chiudere l'accordo per la fusione dell'ex-compagnia di bandiera italiana con il vettore degli Emirati.

Insieme le due compagnie si sono impegnate a garantire quasi 100 voli al giorno, compresi gli incrementi su Linate e Malpensa previsti dagli accordi tra i due vettori, per collegare Milano con 866 località in tutto il mondo. Di queste 125 saranno collegate direttamente con gli scali del capoluogo lombardo (Linate e Malpensa), mentre dalle rimanenti 741 località si potrà raggiungere Milano attraverso un solo scalo. In particolare Etihad Airways avrà un ''ruolo guida'', come ha sottolineato l'a.d della compagnia emiratina James Hogan nell'area del Golfo, suo bacino naturale, in Australia e in Asia.

Secondo le stime di Expo e dei due vettori, dei 20 milioni di visitatori previsti, 7,6 milioni raggiungeranno Milano con l'aereo e di questi, 1,5 milioni arriveranno da mete intercontinentali, 3,3 milioni da destinazioni internazionali e 2,8 milioni dall'Italia. Con l'operazione, secondo l'a.d di Alitalia Gabriele Del Torchio, viene confermato ''il ruolo di Alitalia quale asset infrastrutturale strategico per lo sviluppo del settore dei viaggi e del turismo'' del Paese. Già nei prossimi mesi le due compagnie contano di mettere in campo iniziative promozionali per catalizzare l'attenzione sull'Expo e sull'Italia, con pacchetti 'tutto incluso' e tariffe calibrate sulle diverse età dei possibili visitatori, come previsto peraltro dal bando di Expo. Tra le iniziative da attuare anche un Padiglione Expo 2015 per accogliere gli ospiti provenienti da tutto il mondo a partire dal prossimo mese di maggio, che, secondo le richieste di Expo, deve essere di almeno 960 metri quadri.

Il valore fissato da Expo per la partnership è di 4 milioni di euro e i due vettori che se la sono aggiudicata si debbono impegnare ad acquistare almeno 200.000 biglietti di Expo e a svolgere attività di rivenditore autorizzato con una commissione del 15% del valore dei biglietti. Proseguono intanto i lavori sul sito dell'Expo. La presidente di Expo e commissario del Padiglione Italia Diana Bracco ha confermato oggi che la realizzazione dello spazio espositivo ''sta procedendo secondo i tempi''. Due le date chiave, la fine di settembre, per la predisposizione delle strutture esterne e la successiva posa del tetto a forma di vela, mentre per la fine dell'anno è prevista la realizzazione dell'intero palazzo.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video Economia



Vai al sito: Who's Who