Dl casa: ok del Senato. Con 133 sì passa alla Camera

Introduce norme antiabusivi e contro le occupazioni

Il Senato approva con 133 sì, 99 no il decreto sulla Casa. Il provvedimento passa ora alla Camera.

Ecco cosa prevede.

- AFFITTI E MOROSITA': Si incrementano gli stanziamenti al Fondo nazionale per il sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione ed al Fondo destinato agli inquilini morosi incolpevoli.

- AUMENTA ACCISE SU CARBURANTI DA 2015: aumenta l' accise sui carburanti dal 2015 a parziale copertura della misura sugli Iacp che potranno cosi' beneficiare del bonus per recupero, razionalizzazione, efficientamento e messa a norma degli immobili posseduti.

- PROROGATI BENEFICI PER INQUILINI CHE DENUNCIANO NERO - Gli inquilini che hanno denunciato di pagare in nero l'affitto potranno dormire sonni tranquilli fino al 31 dicembre 2015. Nonostante la sentenza della Consulta che vanificava gli effetti della legge che li aveva spinti alla denuncia, con il decreto Casa vengono fatti salvi i diritti acquisiti (di pagare meno e restare nell'abitazione) fino alla fine del 2015.

- NORMA ANTIABUSIVI: Passa un emendamento Pd che vieta di allacciare acqua, gas e luce a chi occupa abusivamente una casa. I fornitori dovranno verificare i titoli dei richiedenti prima di garantire i servizi. In piu' chi occupa viene cancellato per 5 anni dalle liste per l'assegnazione delle case popolari.

- IMU 4x1000 PER CONTRATTI AGEVOLATI: per il 2014 si riduce al 4 per mille l'aliquota Imu per gli immobili affittati a canone concordato e per quelli che risiedono nei Comuni con emergenza abitativa.

- CEDOLARE SECCA AL 10% PER CANONI CONCORDATI: Potra' usufruire della cedolare secca scontata al 10% per i canoni concordati anche chi ha un contratto di locazione stipulato nei comuni per i quali sia stato deliberato, negli ultimi 5 anni, lo stato di calamita'.

- BONUS "ARREDI" SVINCOLATO DA IMPORTO SPESE RISTRUTTURAZIONE: Si svincola il bonus di 10mila euro per l'acquisto di mobili dalla cifra che si spende per ristrutturare casa.

- CENSIMENTO PATRIMONIO PUBBLICO: grazie a un emendamento M5S si dovra' fare il censimento di tutti gli immobili pubblici e si costituira' una Banca dati nazionale del patrimonio immobiliare pubblico consultabile online.

- NO IMPOSTA REGISTRO SE SI DECIDE DI RIDURRE CANONE: Se inquilino e proprietario si mettono d'accordo per ridurre il canone d'affitto, l'imposta di registro per l'iscrizione all'agenzia delle entrate non si dovra' pagare.

- 25 MILIONI PER L'EXPO: Stanziati 25 milioni per il comune di Milano che deve organizzare Expo2015. Deroga alla spending review per consentire di utilizzare al meglio il personale in vista dell'evento.

- VENDERE APPARTAMENTI IACP SOLO A INQUILINI: Si potranno vendere appartamenti Iacp solo agli inquilini, ma le risorse dovranno essere destinate solo ad aumentare il patrimonio abitativo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA