Casa: Federcasa, 18,6% famiglie non paga canone alloggio

Osservatorio, 1,4 mln di italiani vivono in edilizia popolare

(ANSA) - FIRENZE, 27 FEB - Il 18,6% delle famiglie che vivono in uno dei 790mila alloggi di edilizia residenziale pubblica non paga il canone di affitto da oltre 12 mesi. Lo rivela, spiega un comunicato stampa, una ricerca di Federcasa, che ha istituito l'Osservatorio Permanente dell'Edilizia Residenziale Pubblica Italiana, con uno studio basato su dati raccolti da 70 aziende 'casa', con patrimonio pubblico, su un totale di 80, associate alla federazione.
    I dati, elaborati dall'istituto Nomisma, evidenziano inoltre che l'88,8% dei 644.044 alloggi censiti è locato regolarmente, mentre il restante 11,2 per cento riguarda alloggi occupati in modo abusivo e alloggi sfitti. Riguardo a questi ultimi, il 60 per cento è sfitto perché in ristrutturazione e/o in mobilità, il 20 per cento perché in attesa di assegnazione da parte del Comune di riferimento, mentre un restante 20 per cento riguarda alloggi di risulta non assegnabili perché inadeguati. Quasi un milione e mezzo (1,4 milioni) sono invece gli italiani che vivono in un alloggio popolare. "Mettiamo questi dati, che compongono il primo Osservatorio Permanente Nazionale sull'edilizia sociale, a disposizione del Mit e delle Regioni - commenta il presidente di Federcasa, Luca Talluri - Questo strumento permetterà di rendere più efficace ed efficiente l'attività di proposta e analisi del nostro settore".
    Dai dati dell'Osservatorio si nota poi che il 71,2 per cento degli alloggi Erp gestiti appartengono agli enti/aziende casa. A questi si aggiunge una quota pari al 24%, di proprietà diretta dei Comuni. Infine, il 75,7 per cento delle abitazioni assegnate proviene dal riassetto di singoli alloggi e dal ripristino di alloggi di risulta sfitti, mentre il 7,9 per cento proviene da interventi di nuova costruzione. Il restante 6,7 per cento proviene dal rilascio di alloggi dovuto alla decadenza.(ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia


        Vai al sito: Who's Who