Inps: convenzione con notai, aste online nuove dismissioni

Programma partirà dagli immobili liberi, da metà 2018

(ANSA) - ROMA, 14 MAR - Il presidente dell'Inps, Tito Boeri, e il presidente del Consiglio nazionale del notariato, Salvatore Lombardo, hanno sottoscritto la convenzione per la gestione della dismissione del patrimonio immobiliare dell'Istituto attraverso aste telematiche e tradizionali. A seguito dell'entrata in vigore della manovra dello scorso anno, il dl 24 aprile 2017 n.50, "in linea con quanto previsto dai Piani di investimento e disinvestimento adottati dall'Istituto - si legge in una nota dell'Inps - è stata riavviata l'attività di dismissione del patrimonio immobiliare da reddito e, attraverso la convenzione con il Consiglio nazionale del notariato, verrà gestita la dismissione mediante asta pubblica delle unità immobiliari non cedute in opzione agli aventi diritto o conferite a fondi immobiliari chiusi". La prima fase del programma riguarderà quindi immobili liberi (residenziali e non) e verrà avviata entro la prima metà del 2018. La collaborazione è triennale. Le aste telematiche attraverso la Rete aste notarili.
    In particolare, spiega l'Istituto, le aste pubbliche delle unità immobiliari principali Inps (appartamenti, negozi, uffici, ecc.) saranno interamente gestite attraverso la Rete aste notarili (Ran), mentre quelle delle unità secondarie (cantine, soffitte, box e posti auto) potranno essere gestite anche mediante aste tradizionali, con modalità semplificate.
    Ad oggi sono 63 i bandi d'asta di enti pubblici gestiti attraverso la Ran per un valore di aggiudicazione di oltre 156 milioni di euro.(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia


Vai al sito: Who's Who