Voucher: Confapi, estenderli anche a pmi

Ma inserire limiti fatturato

(ANSA) - ROMA, 25 LUG - "La decisione del Governo di reintrodurre i voucher nella versione 2.0 del Decreto Dignità ci trova pienamente d'accordo ma ripristinarli solo nei settori agricoltura e turismo non basta: Confapi chiede che i buoni lavoro vengano estesi anche alla piccola e media industria che, al pari degli altri comparti presi in considerazione, non è esente da picchi di produzione e da attività ad alta stagionalità". E' quanto chiede in una nota Maurizio Casasco, Presidente di Confapi. "Siamo però altrettanto convinti - precisa Casasco - che sia necessario definire al meglio i confini di utilizzo dei voucher e vigilare per evitare gli abusi, che ci sono stati e vanno assolutamente contrastati. Dobbiamo però essere realisti: i buoni lavoro, infatti, permettono alle piccole e medie imprese di gestire in maniera corretta limitate attività e vengono incontro ai bisogni delle nostre aziende che ovviamente sono diverse da quelle della grande industria. Non è un caso che in numerosi casi nelle nostre aziende i voucher si siano trasformati col tempo in contratti a tempo determinato e indeterminato e abbiano permesso l'ingresso al lavoro di giovani". "Reintrodurre i voucher - conclude il Presidente di Confapi - magari modulandoli sulla base del fatturato aziendale, sicuramente non risolve i problemi del nostro mercato del lavoro, ma significa, per una volta, ascoltare le esigenze del Paese ".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who