Made in Italy, ok piano straordinario

Confindustria, serve continuità, aiuto a trovare nuovi mercati

(ANSA) - MILANO, 12 LUG - La vicepresidente di Confindustria con delega all'internazionalizzazione Licia Mattioli chiede al Governo "continuità" sul Piano Straordinario per il Made in Italy. E' il messaggio che ha lanciato oggi nella sede di Borsa Italiana, dove è stato presentato il rapporto dell'Ice sul commercio estero italiano. "Grazie ai fondi, previsti oltre che dal piano ordinario di attività promozionale anche dal Piano Straordinario per il Made in Italy - ha detto - abbiamo aiutato le imprese italiane a trovare nuovi mercati di sbocco e portato buyer stranieri direttamente nelle regioni e nelle province di tutta Italia". "Abbiamo permesso a molte Pmi - ha aggiunto - di raggiungere gli scaffali delle grandi catene di distribuzione straniere e le abbiamo assistite nella vendita dei propri prodotti attraverso i nuovi canali e-commerce" attuando in questo modo un "percorso virtuoso che non deve essere abbandonato". "Le imprese - ha aggiunto - in particolare quelle 200 mila che hanno aumentato il valore delle esportazioni del 6% nel 2017, ci chiedono continuità". "Adesso - insiste - occorre che i fondi stanziati per la programmazione straordinaria confluiscano nella pianificazione ordinaria del Governo".
    Mattioli ha poi parlato di Iran, che "va preservato come mercato strategico per le imprese italiane" e dunque occorre "dare risposte concrete all'inasprimento delle misure protezionistiche in atto".(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who