Attese iniziali positive per Conte, come Gentiloni, Renzi, Monti

(ANSA) - ROMA, 27 GIU - L'Unione nazionale consumatori vede nell'aumento della fiducia un "effetto Governo Conte". "E' normale - afferma il presidente Massimiliano Dona - che con la nascita di un nuovo Esecutivo gli italiani confidino in un cambiamento e guardino con rinnovata speranza al futuro. E' sempre successo. Il problema è mantenere nel tempo questa attesa".
    "Il fatto che sia un investimento di fiducia nel nuovo Esecutivo è attestato dalla componente relativa alle attese sulla situazione economica dell'Italia che balza da -22,3 a +1,7" conclude Dona. L'associazione ricorda gli ultimi precedenti: a dicembre 2016, con il Governo Gentiloni, la fiducia salì da 107,8 a 110,5 (+2,7 punti); a marzo 2014 (le rilevazioni sulla fiducia sono fatte nei primi 15 giorni del mese, quindi pur avendo giurato in febbraio, il 22, l'effetto si ebbe a marzo), con il Governo Renzi, passò da 94,7 a 97,9 (+3,2 punti); a maggio 2013, con il Governo Letta, salì da 83,8 a 93,8, con un balzo record di 10 punti; a novembre 2011, con Monti, salì da 90,4 a 94,1 (+3,7). In tal senso il +0,8 punti del Governo Conte è "inferiore ai precedenti aumenti".(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video Economia



Vai al sito: Who's Who