Consulenti-Ispettorato, intesa su lavoro

Nasce Osservatorio legalità, attenzione a 'cooperative spurie'

(ANSA) - ROMA, 09 FEB - Altolà al lavoro 'sommerso', sì alla sensibilizzazione di imprese, lavoratori ed operatori del mercato sulle "criticità derivanti da pratiche di 'dumping' contrattuale e sociale, appalti irregolari, somministrazione ed intermediazione illecite, fenomeni di caporalato", nonché sull'uso "distorto" dello strumento delle cooperativa. A prefiggersi queste finalità il protocollo d'intesa firmato oggi a Roma, tra il Consiglio nazionale dei consulenti del lavoro presieduto da Marina Calderone e l'Ispettorato nazionale del lavoro, che ha al vertice Paolo Pennesi e Danilo Papa. L'accordo pone le basi per la nascita di un 'Osservatorio nazionale per la legalità' come "fulcro nevralgico", recita una nota, per "la corretta regolamentazione del mondo del lavoro, per l'analisi delle problematiche e per lo sviluppo di iniziative volte alla tutela dei lavoratori". Già in passato i professionisti hanno denunziato "tutti quei fenomeni elusivi che destabilizzano il mercato", con particolare riferimento alle "attività di appalto irregolari realizzate da cooperative spurie", segnalate al ministero del Lavoro, "che si concretizzano attraverso il rifornire di personale le Piccole e medie imprese ricorrendo a tariffe estremamente basse, rispetto al costo del lavoro". In giornate, inoltre, l'Ordine e l'Ispettorato hanno sottoscritto pure un'intesa per "contrastare l'abusivismo e tutelare la professione di consulente del lavoro", soprattutto nei confronti di quei soggetti che la esercitano "senza i requisiti previsti dalla legge". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia


Vai al sito: Who's Who