Responsabilità editoriale di ADVISOR, testata edita da Open Financial Communication

Blockchain: San Marino vuole diventare un hub globale

San Marino punta a diventare uno dei principali hub della tecnologia blockchain nel mondo. Il primo passo è la creazione di una joint venture tra San Marino Innovation, l’istituto per l’innovazione della Repubblica di San Marino, e l'estone Polybius, che prevede l’incorporazione di una nuova società ai sensi della legge sammarinese finalizzata allo sviluppo del primo ecosistema blockchain. I Olympus Advisors, guidati da Samir Mastaki, hanno avuto un ruolo determinante nel portare a termine questa partnership. Le operazioni - si legge in una nota di San Marino Innovation - inizieranno immediatamente alla stesura di un quadro legislativo onnicomprensivo per il settore della blockchain, giovandosi della forte volontà della piccola repubblica di diventare un partner legislativo affidabile e proattivo per il settore.

La joint venture consentirà inoltre a San Marino di sfruttare la tecnologia Digital ID di Polybius per creare nuovi e importanti meccanismi per l’autenticazione e la verifica dell’identità. Una mossa guidata dalle continue iniziative europee in materia di gestione dei dati personali e privati. "Siamo la Repubblica più antica del mondo e siamo orgogliosi di iniziare una trasformazione guidata dalla tecnologia. Riteniamo che questa partnership avrà un impatto significativo sull'economia, facendo crescere il settore dell'innovazione che è al centro della nostra strategia di sviluppo" ha affermato Andrea Zafferani, segretario di Stato per lo Sviluppo Economico. "La Repubblica acquisirà inoltre una serie di regolamenti per diventare un hub leader della blockchain a livello mondiale".

"San Marino è in una posizione ideale per diventare un innovatore con questo tipo di tecnologia" ha dichiarato Sergio Mottola, presidente esecutivo di San Marino Innovation. "Non siamo interessati a politiche a breve termine o opportunistiche per trarre vantaggio dalle speculazioni attuali sul mondo delle criptovalute. Piuttosto, siamo affascinati dalla rivoluzione implicita in questa tecnologia: la blockchain, che prevediamo possa avere un impatto sull'economia globale superiore a quello di Internet. Il governo della Repubblica è disposto a prendere l'iniziativa su questa trasformazione ed è in una posizione privilegiata per promuovere l'innovazione digitale attraverso la costituzione di una legislazione e una giurisprudenza lungimirante per favorire la crescente infrastruttura blockchain. Stiamo anche attivando un dialogo diretto con gli innovatori di tutto il mondo, offrendo loro un ambiente in cui le imprese basate sull'economia digitale possano prosperare".

Anton Altement, CEO e co-fondatore di Polybius ha aggiunto: "Siamo entusiasti di annunciare questa partnership esclusiva con San Marino e siamo estremamente entusiasti delle potenzialità del progetto. Non vediamo l'ora di lavorare in collaborazione con le istituzioni competenti della Repubblica e con San Marino Innovation in particolare". "Siamo stati un pioniere delle tecnologie di registro distribuito tramite la nostra società HashCoins. Ora siamo in grado di portare quella conoscenza e quella esperienza su un progetto che posizionerà San Marino come centro di innovazione e fornirà un forte incentivo per il governo a continuare a far crescere l'industria nel lungo periodo " ha detto Ivan Turygin, co- fondatore di Polybius. "La nostra vasta esperienza include lo sviluppo di soluzioni pratiche su più blockchain, in particolare Emercoin. In passato abbiamo sviluppato e implementato soluzioni che spaziano attraverso autorizzazioni senza password, archiviazione dati e servizi notarili" ha sottolineato Sergei Potapenko, co-fondatore di Polybius.

La responsabilità editoriale e i contenuti sono a cura di ADVISOR, testata edita da Open Financial Communication

Video Economia