Crollo ponte: Amt,bus da altri operatori per potenziare rete

Azienda Genova attiva servizi speciali e linee sussidiarie

(ANSA) - ROMA, 4 SET - L' Amt di Genova chiede la collaborazione delle altre aziende di trasporto pubblico locale per avere più mezzi a disposizione e supplire così all'emergenza che si è creata per la mobilità cittadina in seguito al crollo del ponte Morandi, come spiega una nota dell'Asstra, che riunisce le aziende del settore e che ha rivolto un appello a tutte le associate. Il Comune di Genova ha infatti chiesto il potenziamento del servizio di trasporto pubblico attraverso l'attivazione di servizi speciali per gli sfollati e di linee sussidiarie a quelle principali, con l'obiettivo di incentivare l'uso del mezzo pubblico e ridurre il rischio di congestione stradale.
    La società sta cercando, spiega la nota, anche in quota parte, autobus da poco ricevuti in consegna o in fase di ordinazione, così come autobus usati ancora in buone condizioni.
    In particolare, l'Azienda necessita di autobus di classe A, per svolgere un servizio di tipo urbano, preferibilmente di 18 metri a 4 porte e di 8 metri anche se, vista l'emergenza, sono prese in considerazione taglie intermedie. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Vai alla rubrica Risparmio e Investimenti

Mobilità e Infrastrutture

Mobilità: workshop Regione Marche per Settimana europea

Ceriscioli, siamo leader Biologico, sostenibilità e il futuro


Atac: Presidente, primo storico utile di 5,2 milioni

A 1 anno da istanza concordato, "più ticket e lotta a evasione"


Trasporti: nuovi collegamenti su gomma tra Puglia e Sicilia

Saranno attivi dall'11 ottobre grazie ad accordo tra 3 aziende


Video Economia