Responsabilità editoriale di Brown Editore

Mercato degli affitti: l'offerta aumenta del 10%, Roma guida la crescita

Aumenta l'offerta di immobili messi in affitto, confermando la dinamicità di questo mercato, anche se i prezzi ...

Brown Editore

Aumenta l'offerta di immobili messi in affitto, confermando la dinamicità di questo mercato, anche se i prezzi rimangono fermi. Secondo i dati raccolti dall'ufficio studi di idealista, gli annunci di case in affitto hanno toccato le 480.899 unità nel corso del 2017, con un incremento del 10,2% rispetto all'anno precedente. L'offerta di abitazioni si concentra per oltre il 50% in Lombardia, Lazio e Piemonte, mentre tra le grandi città è Roma a guidare la crescita. Guardando nel dettaglio la ricerca emerge con evidenza che i mercati più grandi sul fronte dell'offerta di affitti sono la Lombardia, davanti a Lazio e Piemonte. Queste regioni tutte insieme raccolgono oltre il 50% dell'offerta nazionale. Bassissima offerta invece in Basilicata, che chiude la classifica. Riguardo alle variazioni di prodotto, le regioni che hanno evidenziato i maggiori tassi di crescita sul fronte delle locazioni sono state Trentino Alto Adige (45%), Friuli Venezia Giulia (32,2%) e Campania (30,1%). I cali maggiori invece spettano alla Basilicata (-12,4%), davanti a Marche (-11,8%) e Molise (-10,1%). Più nello specifico, l'offerta è in aumento pressoché in tutte le principali città italiane, dove si registrano incrementi dello stock di immobili da locazione, con punte del 26,7% a Roma, seguita da Genova (25,9%), Napoli (24,6%) e Torino (17,8%). Più abitazioni in affitto anche a Palermo (7,6%), Milano (5,2%) e Firenze (1,2%), ma sotto la media del periodo. Bologna fa eccezione con un drastico calo del 17%. Siena (44,5%) si distingue per le maggiori percentuali di crescita dell'anno appena trascorso, davanti a Cuneo (42,7%) e Carrara (42,3%). Le città dove l'offerta da parte dei proprietari ha segnano i maggiori tassi di diminuzione sono Agrigento (-29,4%), Ascoli Piceno (-28,7%) e Lucca (-25,5%).

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video Economia



Vai al sito: Who's Who