• La Bosch di Bari, la sicurezza sul lavoro? La strategia è tutta in un triangolo

La Bosch di Bari, la sicurezza sul lavoro? La strategia è tutta in un triangolo

Alla base un sistema di gestione, negli altri lati la correzione degli errori e la prevenzione

La strategia per la sicurezza può essere sintetizzata in un triangolo: alla base c’e’ un sistema di gestione per la sicurezza e l’ambiente; negli altri due lati le misure di correzione degli errori fatti e quelli di prevenzione per evitare che incidenti accadano.

Sono queste le tre direttrici strategiche che hanno portato lo stabilimento Bosch di Bari – 2.000 dipendenti impegnati nella produzione di componenti per i sistemi Diesel ad iniezione common rail - a ricevere un Award nel 2014 e ora a diventare testimonial del Premio Imprese per la Sicurezza, promosso da Confindustria e Inail, per il quale scadono il prossimo 17 luglio i termini per partecipare alla quinta edizione

La società ha puntato a realizzare l’eccellenza nel business attraverso l’utilizzo del modello EFQM, previsto dall’Europea Foundation for Quality Management, che prevede un ‘’miglioramento continuo sostenibile’’ quale metodo di lavoro quotidiano. Un metodo che è stato declinato anche nella gestione del reparto Hse, responsabile della gestione Sicurezza, Salute ed Ambiente. ’’Oltre all’eliminazione dei problemi quando si verificano – spiega il direttore del reparto, Carmine Vox – per i quali lavoriamo attraverso problem solver tool per evitare che indicenti possano ripetersi, puntiamo anche sulla prevenzione coinvolgendo i lavoratori con sistemi di suggerimento sia di natura spontanea (near misses management), sia guidati (safety stand down)’’.

Il triangolo è proprio questo: due dei lati sono relativi a misure corretive e alla prevenzione, la base ha un apposito sistema di gestione, che però da solo non basta. L’accento è sulla prevenzione perche’ ‘’una volta che l’errorie si è verificato, il danno è fatto e, nel caso di work safety, il danno è un infortunio, cioè un elemento sicuramento doloroso che può essere invalidante o peggio fatale’’.

“Grazie al “Triangolo”, tradotto nella operatività giornaliera – spiega Vox - abbiamo conseguito quei risultati “superiori ad ogni aspettativa” con una continua costante riduzione degli infortuni ed un Indice Infortunistico che si aggira oggi intorno ad 1 evento per milione di ore lavorate. Si tratta di valori di assoluta eccellenza che ci hanno portato alla ribalta come azienda modello nel campo della sicurezza e consentito, con grande orgoglio, di essere premiati con l’Award ‘’Premio Imprese Sicurezza’’ nel 2014".

Ma le sfide non finiscono mai. Così, traducendo in azioni concrete i principi del miglioramento continuo, la Bosch di Bari sta ora esplorando la prossima frontiera che si chiama ‘’Industry 4.0” ‘’E anche in questo ambito – conclude Vox - abbiamo identificato le prime proficue applicazione dell’Internet of Things alla sicurezza, sempre in ottica di prevenzione”

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who