Diversey

Investimenti e coinvolgimento le chiavi per la sicurezza

Un attento processo di formazione continua con il coinvolgimento totale dei dipendenti ed un accurato programma di investimenti mirati. La Diversey Italy production,azienda chimica del gruppo americano Sealed Air Corporation, con stabilimento a Bagnolo Cremasco fa della sicurezza un punto fermo che le ha fatto ottenere nel 2015 il Premio "Imprese per la sicurezza" organizzato da Confindustria e Inail con la collaborazione tecnica di Apqi (Associazione Premio Qualità Italia) e Accredia (Ente italiano di accreditamento) ed ottenere un elevato standard a livello europeo.

L'azienda infatti ha un Trir ( il principale indicatore usato per la sicurezza in Europa, il Total recordable Incident Rate) dello 0,47 ed un ampio numero di certificazioni già da molti anni. Lo stabilimento di Bagnolo Cremasco infatti è certificato dal 1993 Iso 9001: 2008 per la qualità, dal 1998 Iso 14001 per gli aspetti ambientali e dal 2005 Ohsas 18001 per la sicurezza.
Ma aldilà delle certificazione la strategia di Diversey si basa sul"lean manufacturing", che mette al centro dei processi il coinvolgimento dei dipendenti. Ciò significa ad esempio, che settimanalmente viene effettuata una check list di tutte le situazioni potenzialmente pericolose grazie al coinvolgimento di tutti i lavoratori.

L'azienda inoltre ogni anno dedica una settimana 'speciale' alla sicurezza: la "Safety Week", dallo slogan "La sicurezza comincia da te" durante la quale viene individuato un filo conduttore per le esercitazioni, i training, i sopralluoghi degli ambienti di lavoro.

Sotto il profilo della sicurezza aziendale inoltre, proprio dallo stabilimento di Bagnolo è partita una piccola innovazione con un progetto per un sistema innovativo di segnalazione dell'avvicinamento dei carrelli elevatori che è stato poi esteso a tutti gli stabilimenti del gruppo.
L'azienda infine è attiva anche sotto il profilo della tutela ambientale con un progetto in collaborazione con l'università di Brescia per il trattamento delle acque reflue.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who