Expo2020: Italia con Forum Trieste per scienza e innovazione

rotocollo con ESOF2020 per promuovere sviluppo sostenibile

È stato firmato il protocollo d'intesa tra il Commissariato Generale di Sezione dell'Italia a Expo Dubai ed ESOF2020 (EuroScience Open Forum), manifestazione che si svolgerà a Trieste dal 5 al 9 luglio e nella quale si discuterà di scienza, tecnologia, innovazione e sostenibilità. Con il documento, sottoscritto dal Commissario Paolo Glisenti e dal presidente di ESOF2020 Stefano Fantoni, si mira a favorire il progresso, la libertà, la diffusione delle scienze e delle loro applicazioni pacifiche sostenendo iniziative scientifiche e tecnologiche nazionali ed internazionali in occasione dell'Esposizione Universale che si svolgerà nella città emiratina dal 20 ottobre 2020 al 10 aprile 2021.

"L'obiettivo del 'gemellaggio' tra Trieste Città Europea della Scienza 2020 e l'Italia a Expo 2020 Dubai - ha dichiarato il Commissario Generale dell'Italia per Expo 2020 Dubai, Paolo Glisenti - è quello di rafforzare il ruolo scientifico, culturale ed economico del nostro Paese nell'area del Mediterraneo 'allargato', come punto di riferimento per la grande comunità scientifica dell'Unione Europea, aumentando il coinvolgimento della comunità scientifica all'area dell'Europa centro-orientale.

È un'iniziativa che valorizza, dunque, la nostra diplomazia scientifica in ambito internazionale, riaffermando il ruolo della scienza quale strumento chiave per una crescita sociale e inclusiva. Il coinvolgimento della comunità scientifica italiana e europea a Expo 2020 Dubai possa essere di grande importanza nel promuovere, comunicare e diffondere i progetti di rilevanza strategica e di interesse internazionale per lo sviluppo sostenibile, le scienze della vita e la sicurezza ambientale nell'ampio quadro dello sviluppo dell'economia BluMed per il quale siamo impegnati in questi mesi a lavorare con il CNR e con molte istituzioni universitarie e centri di ricerca".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video Economia



      Vai al sito: Who's Who

      Modifica consenso Cookie