Calzedonia: fatturato oltre 2,4 miliardi

200 milioni investimenti per e-commerce, retail e stabilimenti

Il fatturato del Gruppo Calzedonia tocca nel 2019 i 2.411 milioni, in aumento del 4,7% (+4,4% a cambi costanti) e con una quota realizzata all'estero salita al 56%. Cresce poi il volume di vendite sul canale e-commerce. Per integrare il retail con l'online e innovare gli stabilimenti la società di Sandro Veronesi, attiva coi marchi Intimissimi, Tezenis e Falconeri, oltre che per gli abiti da sposa Atelier Emé e per la catena di bistrot Signorvino, ha fatto investimenti da 200 milioni. Il saldo delle aperture del gruppo, che ha base a Dossobuono di Villafranca (Verona) e stabilimenti in Italia, Sri Lanka, Croazia, Romania, Bulgaria, Serbia, Bosnia ed Etiopia, segna un incremento di 188 nuovi punti vendita dei quali 138 all'estero con in testa Cina, Russia, Francia, Germania, Giappone e Usa. A fine 2019 i negozi sono arrivati a quota 4.859 dei quali 3.103 all'estero, il resto in Italia. Nel 2020 si stanno poi valutando le prime aperture di Signorvino all'estero a partire dai paesi dell'Est.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie