Bankitalia conferma stime,Pil 2020 +0,5%

In 2021 +0,9%. Sostegno da domanda e ripresa scambi esteri

Banca d'Italia conferma le stime del Pil emesse a dicembre nell'ambito dell'Eurosistema, e vede un aumento dello 0,5% quest'anno, dello 0,9% nel 2021 e dell'1,1% nel 2022. Il bollettino economico cita "la maggiore debolezza del quadro internazionale, in parte compensata dall'intonazione più espansiva della politica monetaria e dalle migliorate condizioni sui mercati finanziari italiani". A sostenere l'attività "la domanda interna e una progressiva ripresa degli scambi internazionali. I margini inutilizzati di capacità produttiva si riassorbirebbero solo in parte".
    Il Pil dell'Italia sarebbe rimasto "pressoché stazionario nel quarto trimestre" dopo la lieve crescita del trimestre precedente. Ma la stima, precisa Bankitalia, "potrebbe essere soggetta a rischi al ribasso, qualora la persistente debolezza della manifattura dovesse avere avuto ricadute più significative sugli altri settori dell'economia e in particolare sui servizi rispetto a quanto suggerito dagli indicatori attualmente disponibili".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video Economia



      Vai al sito: Who's Who

      Modifica consenso Cookie