V.Boccia, manette evasione dopo sentenze

Bene lotta, è concorrenza sleale ma serve certezza del diritto

Tra le "criticità" che Confindustria rileva nella manovra "un aspetto" è legato alla questione evasione: "occorre certezza di diritto", avverte il leader degli industriali, Vincenzo Boccia. Confindustria condivide l'impegno per la lotta al fenomeno, dice: "Siamo contro l'evasione, è una concorrenza sleale, ma occorre certezza di diritto: le manette arrivano dopo le sentenze e non prima. Su questo non dobbiamo creare gratuità in termini di ansia nel Paese", dice Boccia.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia


        Vai al sito: Who's Who