Margiotta, dalla Vigilanza Rai alle Infrastrutture

Nel Pd fin dall'inizio. Coinvolto su Tempa Rossa, poi assolto

Componente della Direzionale nazionale del Pd fin dall'inizio, Salvatore Margiotta, nato nel 1964 in Basilicata a Potenza, è ingegnere ed è da 2 anni responsabile del Dipartimento Infrastrutture del partito.
    Laureato in ingegneria idraulica, il nuovo sottosegretario al ministero delle Infrastrutture, è titolare di uno studio ed è stato segretario provinciale e regionale del Partito Popolare Italiano, poi coordinatore regionale e componente della direzione nazionale della Margherita.
    Margiotta arriva alla Camera nel 2006. Nel 2008 diventa vicepresidente della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici e nel 2013, eletto senatore, fa parte delle Commissione Lavori Pubblici e Comunicazioni. Dal 2013 è componente della commissione bicamerale di Vigilanza Rai.
    Condannato in appello nel 2014, con l'accusa di corruzione nell'ambito dell'inchiesta della Procura di Potenza sugli appalti dei lavori per il centro oli 'Tempa rossa' in Basilicata, si autosospende dal partito dove rientra nel 2016 dopo essere stato assolto in Cassazione. Ricandidato al Senato come capolista per i Dem nel Collegio Basilicata, il 4 marzo 2018 viene rieletto senatore.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia


        Vai al sito: Who's Who