Borsa: Milano piatta, in attesa Moody's

Bene Atlantia e Tim, male energia. Spread a 151, banche incerte

(ANSA) - MILANO, 6 SET - Seduta con poche variazioni, il giorno dopo l'insediamento del nuovo governo Conte, per la Borsa di Milano, che ha chiuso piatta (-0,04%). Un andamento non molto diverso dagli altri principali mercati europei. In Italia sono stati diffusi i dati Istat che hanno ribadito la situazione di stagnazione, anche se col commercio in crescita sull'anno, e a mercato chiuso è atteso il giudizio di Moody's. Stabile lo spread, che ha chiuso a 151 punti, le banche sono andate in ordine sparso: rialzi per Intesa (+0,5%) e Bper (+0,4%) e cali per Banco Bpm (-0,4%), Unicredit (-0,5%), Ubi (-0,7%) e Mps (-2,1%).
    A trainare il listino principale Atlantia (+1,4%), dopo che la ministra delle Infrastrutture, Paola De Micheli, ha parlato di revisione delle concessioni autostradali. Positive Ferrari (+1,1%) e Fca (+0,2), con le stime per fine anno di JpMorgan.
    Bene Tim (+0,9%), con i piani del Governo sulle reti. Male il comparto energia col calo del greggio, con perdite per Terna (-1,5%), Snam (-0,9%) e Eni (-0,7%).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia


        Vai al sito: Who's Who