Borsa Milano resta fiacca con Europa dopo Wall street

Avvio di settimana in ribasso rispetto ai 238 segnati alla chiusura di venerdì, giornata durante la quale il differenziale era arrivato a quota 240 punti con una fiammata di oltre 30 punti in 24 ore

Poche ripercussioni sui mercati azionari del Vecchio continente dopo l'avvio negativo di Wall street: Parigi perde lo 0,3%, Londra lo 0,2%, Francoforte lo 0,1%, con Milano (Ftse Mib -0,05%) che ondeggia sulla parità. In Piazza Affari, in particolare, sempre deboli Salini Impregilo e Rcs che cedono il 6%, Fincantieri in calo di oltre quattro punti percentuali, Tenaris che perde il 2,5% e Atlantia in ribasso dell'1,4%. Banche in genere fiacche, ma con qualche timido segno positivo (Mps e Ubi +0,5%).

Tra i titoli principali bene Italgas (+1,1%), Poste (+1,8%) e Campari che sale del 2,3%. Nel paniere a bassa capitalizzazione, sempre in rally Banca intermobiliare, che sale del 15% dopo uno stop in asta di volatilità, con il rialzo che dalla scorsa settimana raggiunge il 56% dopo che la Banca d'Italia ha confermato i requisiti di capitale.

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video Economia


    Vai al sito: Who's Who