Dazi e Hong Kong spaventano Borse Europa

In calo Tokyo (-1,74), affonda il comparto tecnologico coreano

Le Borse europee proseguono in forte calo con le tensioni tra Usa e Cina sul fronte del commercio internazionale e la minaccia di Donald Trump di imporre nuovi dazi da settembre. Sui listini pensano le proteste a Hong Kong che affossano il settore del lusso. Prosegue in rialzo l'euro sul dollaro a 1,1141 a Londra. L'indice d'area stoxx cede l'1,9%. In rosso Parigi (-2,1%), Londra (-2%), Francoforte (-1,8%) e Madrid (-1,3%). 

- Borse asiatiche in profondo rosso nella prima seduta della settimana, dopo l'inasprimento delle trattative sul commercio internazionale tra Cina e Stati Uniti e la minaccia di nuovi dazi. Sui listini pesano anche i timori degli investitori per le proteste a Hong Kong.
    Archivia la seduta in netto ribasso Tokyo (-1,74%), ai minimi da 2 mesi. Sul fronte valutario lo yen si è rafforzato ai massimi da inizio anno sul dollaro a 105,9 e 117,8 sull'euro. A mercati ancora aperti procede in calo la Cina con Shanghai (-1,1%) e Shenzhen (-1%). Scivolano Hong Kong (-2,8%) e Seul (-2,5%) e Mumbai (-1,5%). Affonda il comparto tecnologico coreano (Kosdaq) che perde il 7,2%.
    Sul versante macroeconomico in arrivo gli indici Pmi, Francia, Germania, Regno Unito, Eurozona e Usa. Dall'Italia la nota mensile dell'Istat sull'andamento dell'economia.(ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video Economia


      Vai al sito: Who's Who