Borsa: Asia in rosso con nuove tensioni su dazi

Anche Piazze europee attese in negativo

Borse di Asia e Pacifico pesanti in scia al riacutizzarsi delle tensioni commerciali tra Cina e Stati Uniti con il presidente americano, Donald Trump che ha avvertito che i nuovi dazi al 10% sui prodotti cinesi possono salire al 25%. Tokyo con il Nikkei lascia sul terreno il 2,11%, Hong Kong il 2,15%, Shanghai l'1,45% e Shenzhen l'1,65%. Flessioni più contenute per Seul (-0,93%) e Sydney (-0,30%). Anche i future sull'Europa sono in negativo.

Sempre sul fronte commerciale il governo giapponese ha deciso di rimuovere la Corea del Sud dalla lista dei Paesi che godono di un trattamento preferenziale nell'export, una risoluzione che sta inasprendo i già tesi rapporti diplomatici tra i due Paesi. Quanto al Vecchio Continente, sono attesi una serie di dati macro. Sotto la lente in particolare l'Italia con la produzione industriale e le vendite al dettaglio. Queste ultime previste anche a livello europeo insieme ai prezzi alla produzione. Dagli Stati Uniti, a partire dal primo pomeriggio, la bilancia commerciale, gli ordini dell'industria, il tasso di disoccupazione e la fiducia dei consumatori Università Michigan.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video Economia


      Vai al sito: Who's Who