Inflazione: Istat a giugno 0,7%

Prime indicazioni erano di 0,8%. Prezzi +0,1% rispetto a maggio

L'Istat ha rivisto al ribasso la stima dell'inflazione a giugno 2019 fino a un tasso dello 0,7%. La stima preliminare era +0,8%. L'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, sale dello 0,1% rispetto al mese precedente. "Si consolida il quadro di bassa inflazione che caratterizza l'Italia. Un contributo specifico a questo andamento viene dall'inversione di tendenza dei prezzi degli energetici non regolamentati dovuta, però, in larga parte, al confronto con giugno 2018 quando i prezzi dei combustibili erano cresciuti", è il commento dell'Istat.

Rallenta la crescita dei prezzi dei prodotti di largo consumo. Per i beni alimentari, per la cura della casa e della persona che costituiscono il cosiddetto carrello della spesa l'inflazione passa dal +0,3% di maggio a +0,2% a giugno, secondo i dati definitivi dell'Istat. La stima preliminare era +0,3%.


   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video Economia


      Vai al sito: Who's Who