Borsa: Milano debole (-1,1%) con spread

Stm sconta ritorsione Cina su minerali rari, positiva Mediaset

(ANSA) - MILANO, 29 MAG - Si conferma debole Piazza Affari nella prima mezz'ora di scambi (Ftse Mib -1,1% a 20.037 punti), mentre persiste il problema tecnico del server di Borsa Italiana che non impedisce tuttavia ad altre piattaforme la diffusione dei dati. L'intero paniere è in rosso a parte Recordati (+0,16%). Perdono terreno, in particolare, Stm (-2,55%), dopo le ritorsioni annunciate dalla Cina sui minerali rari, necessari per la produzione di microprocessori. Segno meno anche per Buzzi (-1,77%), mentre lo spread in cauto rialzo a 286 punti continua a i bancari Banco Bpm (-1,63%), Unicredit (-1,38%) e Intesa (-1,35%). In calo anche Saipem (-1,32%) ed Eni (-1,27%), con la nuova discesa del greggio (Wti -1,32%). Giù anche Fca (-1,35%) insieme a Renault (-0,97% a Parigi), con cui sono in corso trattative per una fusione. Bene Mediaset (+0,84%) dopo l'acquisizione del 9,6% in ProSieBen (+6,79% a Francoforte).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia


        Vai al sito: Who's Who