Acri: Francesco Profumo, ingegnere e accademico

A guida Compagnia Sanpaolo, in passato anche Cnr e ministro

Francesco Profumo, classe 1953, savonese ed ingegnere, è il nuovo presidente dell'Acri in sostituzione di Giuseppe Guzzetti alla guida dell'associazione delle fondazioni per 20 anni. Presidente della Compagnia di Sanpaolo dal maggio 2016, è stato ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca nel governo Monti dal novembre 2011 all'aprile 2013 e Presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), dall'agosto 2011 al gennaio 2012.

Nel 2003 è divenuto Preside della Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Torino, Ateneo in cui è stato nominato Rettore nel 2005 per ricoprire il ruolo fino al 2011.È Professore Ordinario di Macchine ed Azionamenti Elettrici al Politecnico di Torino e Professore Incaricato all'Università di Bologna. Ha svolto la sua attività in diverse Università nel mondo: Argentina, Cina, Ungheria, Albania, Romania, Lettonia, USA, Giappone, Repubblica Ceca. Dal 1978 al 1984, ha lavorato come Ingegnere Progettista, presso il Centro per la Ricerca e Sviluppo della Società Ansaldo a Genova. È stato membro del Consiglio di Amministrazione di Telecom, Pirelli, Unicredit Private Banca, Il Sole 24 Ore. È stato Presidente IREN Group fino al maggio 2016. È Presidente di Inwit, Presidente della Fondazione Bruno Kessler, Presidente del Campus di Torino dell'ESCP, Presidente della SAFM, membro del CdA di Fidia, membro del CdA della Fondazione Agnelli, membro del Consiglio Scientifico dell'IIT.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia


Vai al sito: Who's Who