Petrolio: Wti a massimi 6 mesi, Brent al top del 2019

Quotazioni accelerano dopo stop Usa a import greggio da Iran

 Il petrolio accelera con il Brent che tocca i massimi dell'anno a 74,7 dollari al barile, per poi assestarsi attorno a 74,2 dollari. Il Wti ha superato quota 66 dollari (66,2) per la prima volta da sei mesi, da fine ottobre 2018, e ora oscilla attorno a 65,9 dollari al barile. A spingere le quotazioni, la decisione dell'amministrazione americana di Donald Trump di bloccare l'import di petrolio iraniano, annunciando che il 2 maggio prossimo non rinnovera' le esenzioni di 180 giorni concesse ad otto Paesi, tra cui l'Italia. Il Segretario di Stato americano Mike Pompeo ha avvertito  che ogni  nazione che continuerà a comprare il greggio iraniano si troverà a far fronte alle sanzioni americane. Per ritorsione, la Repubblica islamica ha minacciato di chiudere lo stretto di
Hormuz, passaggio strategico per le esportazioni di petrolio del Medio Oriente, mentre l'Arabia Saudita ha assicurato che si coordinerà con gli altri produttori per garantire livelli adeguati di  approvvigionamenti.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
      TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

      Video Economia


      Vai al sito: Who's Who