L'Italia spende per pensioni di reversibilità il doppio dell'Ue

Eurostat, nel 2017 cala ma è 2,6% Pil a fronte 1,3% medio Ue.

L'Italia ha speso per le pensioni di reversibilità, nel 2017, oltre 45 miliardi pari al 2,6% del Pil, una quota che è doppia a quella media Ue (1,3% mentre è 1,7% nell'area Euro). Lo si legge nel Rapporto Eurostat sulla spesa statale per funzione dal quale emerge che la percentuale comunque è scesa rispetto al 2,7% del 2016. Il dato risente della scarsa partecipazione al lavoro della componente femminile nel nostro Paese. Se si guarda alla protezione sociale in generale la percentuale di spesa è al 20,9% del Pil (18,8 l'Unione a 28 e 19,8% l'area Euro) in calo dal 21% del 2016.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia


Vai al sito: Who's Who