Borsa: Milano tiene, brilla Leonardo

Spread a 241, inchiesta Santo Domingo penalizza Maire Tecnimont

(ANSA) - MILANO, 14 MAR - Piazza Affari si mantiene in rialzo anche se al di sotto dei massimi (Ftse Mib +0,7%), spinta da Leonardo (+10,91%) dopo i conti e le stime sull'anno in corso, e Banco Bpm (+3,76%), favorita insieme a Ubi (+2,18%), Bper (+1,85%) e Unicredit (+1,69%) dalla conferma del rating di Moody's e dal calo dello spread a 241 punti. Effetto conti su Generali (+0,8%), poco sotto i 16 euro superati l'ultima volta nel maggio del 2018. Scivola Maire Tecnimont (-3,28%) che si è detta estranea alle accuse per le quali la Procura di Milano ha aperto un'inchiesta per tangenti a santo Domingo, avendo progettato e non realizzato la centrale elettrica di Punta Catalina. Tiene Eni (+0,5%) con il rialzo del greggio, dopo una nuova scoperta a gas nel pozzo esplorativo di Nour in Egitto, e alla vigilia dell'aggiornamento del proprio piano strategico.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia


        Vai al sito: Who's Who