Appello Confindustria Italia-Francia

La sfida non è tra Paesi europei ma tra l'Europa e il mondo

 Il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia e l'omologo francese Geoffroy Roux de Bézieux hanno inviato una missiva al Presidente francese Macron e al Presidente del Consiglio Conte auspicando un "dialogo costruttivo" alla luce della crisi tra Roma e Parigi. "In queste ore di tensione politico-diplomatica crescente, Confindustria e Medef ritengono necessario lanciare un appello al dialogo costruttivo e al confronto. La sfida non è tra Paesi europei ma tra l'Europa e il mondo esterno", scrivono. 

Nella missiva i due presidenti sottolineano che "l'economia vuole unire ciò che la politica sta dividendo. Italia e Francia sono Paesi amici e non desideriamo che una crisi provocata a tavolino possa dividerci". E ancora: "Francia e Italia, protagoniste del processo di integrazione europea fin dai suoi albori e unite da forti e duraturi legami di amicizia, condividono in questo momento storico la responsabilità di rinnovare le relazioni che legano i due Paesi: la Francia è il secondo partner dell'Italia e l'Italia della Francia". Per cui "è necessario che gli storici protagonisti del processo di integrazione non si dividano ma riconfermino gli elementi di unità. L'Europa è un gigante economico e dobbiamo lavorare perché diventi anche un gigante politico". "Con questo spirito Confindustria e Medef confermano l'appuntamento di fine mese a Parigi nel solco di una collaborazione leale e proficua", concludono Boccia e Roux de Bézieux.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video Economia



Vai al sito: Who's Who