Fonti governo, analisi Tav negativa

Salvini, se così allora referendum. Di Maio, M5S contro opera

Serve ancora qualche giorno per l'analisi costi benefici sulla Tav. Lo ha detto il ministro delle infrastrutture Danilo Toninelli a margine dell'evento 'Grow'. L'analisi è arrivata, ma "oggi ufficialmente non c'è perché è sottoposta al vaglio di conformità: stiamo verificando se risponde a tutte le deleghe. E' un lavoro che comporta qualche giorno. Terminato, metteremo il protocollo e diremo che ufficialmente l'analisi esiste. Oggi non possiamo dirlo, è sottoposta al vaglio, c'è una bozza" 

 Si andrebbe verso una analisi tecnica negativa sui costi-benefici per la Tav. L'analisi è contenuta nella relazione consegnata al governo, definita ancora una "bozza preliminare". Lo si apprende da fonti dell'esecutivo, al termine del vertice che si è svolto in serata a Palazzo Chigi sul tema dei migranti. Le stesse fonti precisano che nessuna decisione è ad oggi presa: si prende ancora tempo. Nel governo si confrontano le linee del M5s, che vuole lo stop dell'opera, e della Lega, che è invece contraria.

    "Sono a favore della Tav - commenta il vicepremier leghista Matteo Salvini - Se l'analisi dei tecnici sulla Tav fosse negativa, nessuno di noi vorrebbe né potrebbe fermare una richiesta di referendum". Non ha invece ancora letto l'analisi costi-benefici il vicepremier pentastellato Luigi Di Maio: "Aspettiamo il dato ufficiale, i tecnici dovranno dire se è un buon investimento", ha detto, precisando che il Movimento "è contro quell'opera".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia


Vai al sito: Who's Who