Wall Street trascina a picco borse

Europa in rosso. Seduta volatile, Usa tremano con Fed e fiducia

La paura di un rallentamento dell'economia gela le borse che, alle prese con una volatilità alle stelle, sono tutte in profondo rosso. Dopo un rally storico Wall Street affonda trascinandosi dietro le piazze finanziarie europee. Il Dow Jones perde il 2,51% a 22.298,33 punti, il Nasdaq cede il 3,09% a 6.351,17 punti. In chiusura, con grande volatilità, New York ha poi recuperato fino a chiudere in territorio positivo, con il Down Jones in progresso dell'1,12%.

Il rush finale negli Usa non poteva e non ha certo influenzato le borse europee. Piazza Affari ha chiuso in calo dell'1,81%, con Carige che tracolla del 18,75%. Francoforte perde il 2,37%.

La seduta a Wall Street si è aperta in forte calo. Poi è arrivata la gelata del dato sulla fiducia dei consumatori, motore dell'Azienda America. A dicembre, secondo le rilevazioni del Conference Board, è scesa in dicembre ai minimi degli ultimi cinque mesi, con la percentuale degli americani che prevede la creazione di nuovi posti di lavoro nei prossimi mesi crollata del 6,1% al 16,6%, in quello che è la flessione maggiore degli ultimi 41 anni.

Un tonfo che innervosisce ancora di più gli investitori andandosi a sommare alle tensioni commerciali fra Stati Uniti e Cina, a un possibile licenziamento del presidente della Fed Jerome Powell e allo shutdown americano.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video Economia



Vai al sito: Who's Who