Borsa: Asia rifiata dopo caso Huawei

Listini aggrappati a Wall Street.Focus su dati Usa. Petrolio giù

(ANSA) - MILANO, 7 DIC - Le Borse asiatiche rifiatano dopo il tonfo di ieri, aggrappandosi a Wall Street, che ha chiuso in recupero, e dividendosi tra i timori che la tregua sui dazi venga messa a repentaglio dal caso Huawei e gli interrogativi sul cammino che seguirà la Fed nel 2019 sui tassi. Il petrolio è in calo, con il Wti a 51,1 dollari al barile e il brent a quota 59,6, dopo la fumata nera all'Opec sui tagli alla produzione.
    Tokyo ha terminato la seduta in rialzo dello 0,8%, Sydney dello 0,4%, Seul dello 0,3% mentre i listini cinesi sono rimasti sostanzialmente piatti, così come piatta è Hong Kong nel corso degli ultimi scambi. L'attenzione degli investitori si concentra sui dati sull'occupazione Usa attesi nel pomeriggio. "Possono dirci qualcosa di più sul percorso" della Fed, ha commentato Omar Aguilar, cio di Charles Schawb a Bloomberg. Mentre gli analisti si aspettano il quarto rialzo del 2018 nella riunione del 18-19 dicembre le attesa sono di una frenata della stretta nel 2019.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video Economia



Vai al sito: Who's Who