Milano negativa con occhi alla manovra, spread in salita

Asia contrastata, Piazze cinesi in solida crescita

Viaggia in rialzo lo spread tra il Btp e il Bund. Il differenziale sale a 306 punti base dai 303 dell'apertura. Il tasso sul decennale del Tesoro è al 3,44%.

Piazza Affari procede in terreno negativo (-0,5%) in un'Europa comunque debole
. Londra e Madrid sono piatte, mentre scendono Francoforte (-0,7%) e Parigi (-0,18%). Sul listino milanese l'attenzione è concentrata sulla manovra, con il vertice di governo alla vigilia della risposta alle richieste dell'Ue, e sull'Istat, che ha sottolineato come il "mutato scenario economico" possa "influire sui saldi di finanza pubblica" nei prossimi anni. Il comparto delle banche è in perdita dell'1,3%: Unicredit cede l'1,8%, Intesa l'1,5%, Ubi l'1,2%, mentre Banco Bpm è piatta. Mps perde lo 0,7%. Carige è stata sospesa dalle contrattazioni in attesa delle decisioni del cda sul rafforzamento patrimoniale. Tim continua a crescere (+4,6%) sulla scia del progetto del governo di un'unica infrastruttura Tlc. Atlantia resta la maglia nera del listino (-2,98%), con Pirelli (-2,6%) e Buzzi (-2,2%). Il petrolio in rialzo giova a Saipem (+2,4%) ed Eni (+1,17%).

Tassi in calo nell'asta dei Bot a un anno

Le quotazioni dell'euro scendono in avvio di settimana 1,1275 dollari contro le quotazioni di 1,1337 di venerdì scorso, ai minimi da giugno 2017. Sullo yen l'euro scivola a 128,72.

Carige: Borsa conferma sospensione da contrattazioni  - Borsa Italiana comunica che le azioni di Banca Carige, così come le obbligazioni, sono sospese dalle negoziazioni "in attesa di comunicato". Prima dell'avvio di seduta, la banca ligure aveva comunicato di aver chiesto la sospensione del titolo dalle contrattazioni, "per la sola giornata di oggi", in attesa "di illustrare al mercato le misure di rafforzamento patrimoniale che saranno deliberate dal Cda di oggi".

Asia contrastata, Piazze cinesi in solida crescita - Le Borse asiatiche sono contrastate. Tokyo ha chiuso la prima seduta della settimana in debole guadagno (+0,09%), mentre salgono con decisione le Piazze cinesi: Shenzhen guadagna il 2,5% e Shanghai l'1,2%. Secondo alcuni commentatori, pur persistendo i timori per la guerra commerciale fra Stati Uniti e Cina, i mercati sarebbero stati rassicurati dai colloqui avvenuti la scorsa settimana a Washington fra funzionari americani e cinesi. Anche un incontro a Pechino tra il presidente Xi Jinping e l'ex segretario di Stato Usa Henry Kissinger sarebbe stato letto come un modo per ribadire l'importanza delle relazioni bilaterali fra i due Stati. Sul piano più strettamente finanziario, gli investitori sono invece in attesa della trimestrale del colosso cinese Tencent Holdings, prevista in settimana. Fra le altre Borse, Seul cede lo 0,27% e Sidney guadagna lo 0,27%. Bene anche Mumbai, che sale dello 0,37%.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video Economia



Vai al sito: Who's Who