Def: coperture da tagli alle detrazioni e più acconti tasse

Minore spesa per 3,6 mld. fondi rei per reddito cittadinanza

Misure per 21,5 miliardi: dal reddito di cittadinanza al superamento della legge Fornero. E' quanto punta a impegnare il governo nella prossima manovra, secondo quanto riportato da una nota di Palazzo Chigi. 


Ecco una tabella con i principali interventi e i relativi costi finanziari previsti.
    
   

MISURE                                   IMPEGNO PREVISTO
                                                   IN MILIARDI
-----------------------------------------------------------
- Reddito e pensioni di Cittadinanza                   9,0
- Quota 100 per superamento l.Fornero             7,0
- Rafforzamento dei centri per l'impiego             1,0
- Flat tax                                                           2,0
- assunzioni forze dell'ordine                            1,0
- indennizzi per i truffati delle banche               1,5

 

- ONERI PER INTERESSI SUL DEBITO - Nel 2018 gli "oneri per interessi" sul debito "sono rivisti al rialzo per poco più di 1,9 miliardi di euro (0,11 punti percentuali di Pil)". E' quanto si legge . Vista la "traslazione verso l'alto della curva dei rendimenti, che che su alcune scadenze eccede un punto percentuale" la spesa per il prossimo anno è cifrata ora a "3,6 punti di Pil" contro i "3,5 del Def". Rispetto ad aprile la spesa "crescerebbe di 0,2 punti di Pil nel 2020 e di 0,3 nel 2021".

- COPERTURE DA TAGLI DETRAZIONI E PIÙ ACCONTI TASSE - Potrebbero tornare ad aumentare gli acconti delle imposte sui redditi e insieme ai tagli degli sconti fiscali finanziare parte della copertura della manovra. "Ulteriori aumenti di gettito proverranno da modifiche di regimi agevolativi, detrazioni fiscali e percentuali di acconto d'imposta", si legge nella Nota di aggiornamento al Def. Nel recente passato gli acconti, ora al 98% per l'Irpef e al 100% per l'Ires, erano stati aumentati: nel 2013 al 100% per l'Irpef, al 101% per l'Ires e al 110% per l'Irap, con un maggior gettito stimato a 2,6 miliardi dalla Cgia di Mestre.

- TAGLI ALLE SPESE DEI MINISTERI - Per assicurare le coperture delle nuove politiche previste nella manovra 2019 "si opereranno tagli alle spese dei ministeri e altre revisioni di spesa per circa lo 0,2% del Pil". Lo si legge nella Nota di aggiornamento al Def trasmessa ieri alle Camere. I fondi attualmente destinati al Reddito di Inclusione verranno utilizzati per coprire parte del costo del Reddito di Cittadinanza, mentre a fronte della flat tax per gli autonomi e il taglio dell'Ires sugli utili reinvestisti, si prevede l'abrogazione dell'Iri (che doveva entrare in vigore nel 2019) e dell'Ace.

- PRIVATIZZAZIONI La stima di riduzione del rapporto debito/pil nel 2020, "incorpora l'ipotesi di introiti da privatizzazioni e da altri proventi finanziari per circa lo 0,3 per cento del PIL", che equivale a circa 10 miliardi, "in entrambi gli anni 2019 e 2020".

- PROROGATO ECOBONUS Prorogare "la detrazione per interventi di riqualificazione energetica degli edifici". Lo si legge nella nota di aggiornamento del Def che sottolinea come "la Legge di Bilancio 2019 proseguirà le politiche di promozione degli investimenti, dell'innovazione e del miglioramento dell'efficienza energetica delle abitazioni".

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia


Vai al sito: Who's Who