Ryanair: il 28/9 sciopero europeo del personale di volo

'Nulla è cambiato, le condizioni di lavoro rimangono le stesse. Gli Stati obblighino

Gli assistenti di volo di Ryanair incroceranno le braccia il 28 settembre in Italia, Belgio, Olanda, Portogallo e Spagna: lo ha annunciato oggi a Bruxelles la sigla sindacale CNE" confermando le indiscrezioni dei giorni scorsi. Il segretario permanente del sindacato Yves Lambot ha spiegato che l'agitazione sarà a livello europeo.

"Dopo le azioni di quest'estate - hanno spiegato i rappresentanti sindacali nel corso di una conferenza stampa svoltasi a Bruxelles - nulla è cambiato, nulla si è mosso: le condizioni di lavoro rimangono le stesse. Gli Stati devono obbligare Ryanair a rispettare la legge, come viene fatto nei confronti delle altre imprese multinazionali. Lo chiediamo anche alla Commissione europea, con cui ci incontreremo oggi pomeriggio alle 15".

Non ci sarà nessun caos in occasione dello sciopero del 28 settembre. E' quanto sostiene Ryanair Air definendo "una piccola minoranza" il personale di bordo del sindacato Cne che ha proclamato la protesta.
Ryanair, nella nota evoca gli scioperi delle scorse settimane, e sostiene che anche se ci sarà uno sciopero il 28 settembre "la vasta maggioranza del personale di bordo in Europa lavorerà normalmente e ci si aspetta inoltre che anche una maggioranza significativa del personale di bordo in Spagna, Italia, Belgio e Paesi Bassi lavorerà normalmente come è accaduto in occasione degli scioperi precedenti" e che non ci saranno caos o disagi diffusi. Rynaair obietta ai "foschi ed inaccurati titoli di stampa che riferiscono di un caos nei viaggi" sostenendo che in tutti i casi è stato pre-cancellato un piccolo numero dei 2.500 voli quotidiani per ridurre al minimo disagi e inconvenienti

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video Economia



Vai al sito: Who's Who