Fisco: entrate 6 mesi a 198,5 mld (-3,1%)

Senza slittamento autoliquidazione e assicurazioni +2,6%

   Nei primi 6 mesi 2018, le entrate tributarie erariali accertate in base al criterio della competenza giuridica, ammontano a 198,515 miliardi, con un calo di 6,406 miliardi rispetto allo stesso periodo 2017 (-3,1%). Lo comunica il Mef. Il calo è stato influenzato dallo slittamento a luglio del versamento delle imposte in autoliquidazione e dallo spostamento (da maggio a novembre) del versamento dell'acconto dell'imposta sulle assicurazioni. Al netto dei suddetti fattori, le entrate tributarie erariali mostrano un incremento del 2,6%.
    Le entrate tributarie derivanti dalle attività di accertamento e controllo si sono attestate nei primi 6 mesi dell'anno a 4.586 milioni (+224 milioni di euro, pari a +5,1%). Bene l'Iva con un gettito a +1.151 milioni (+2%) e, in particolare, della componente sugli scambi interni che aumenta di 952 milioni di euro. Positiva la dinamica del prelievo sulle importazioni (+199 milioni di euro, +3,0%).

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video Economia



Vai al sito: Who's Who