Tim:Barbagallo, fondo Usa troppo potente

Ugliarolo (Uilcom), azienda non trova pace, fermare predatori

(ANSA) - MILANO, 22 MAY - "La sciagurata privatizzazione senza regole e senza controlli di Telecom ci ha messo nella condizione in cui un fondo americano può decidere la sorte dei lavoratori e dell'impresa più importante del Paese". Lo afferma il segretario generale della Uil Carmelo Barbagallo a proposito della presenza di Elliott in Tim. "Non siamo contrari all'arrivo di investitori stranieri - gli fa eco il segretario generale della Uilcom Salvatore Ugliarolo - siamo però contrari a chi pensa di venire in Italia a depredare aziende prendendo quanto di buono esiste per poi portare gli utili fuori dai nostri confini a discapito spesso delle lavoratrici e dei lavoratori che hanno contribuito al raggiungimento di quei risultati".
    "L'azienda e i suoi dipendenti - aggiunge - non trovano pace" e sono "vittime di quel sistema malato di finanza che ha preso il sopravvento superando l'interesse nazionale".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who