Acciaio:cresce produzione,ma rischi dazi

Analisi ufficio studi Siderweb in vista fiera a Milano nel 2019

(ANSA) - MILANO, 22 MAG - Previsioni "moderatamente positive" per la siderurgia europea e italiana per i prossimi 12 mesi. Nel secondo trimestre di quest'anno è proseguita infatti la crescita della domanda d'acciaio, ma a un ritmo inferiore rispetto allo stesso periodo 2017, perché rallenta l'attività di quasi tutti i settori che usano acciaio. Il rischio maggiore per la stabilità del mercato sono le distorsioni dell'offerta provocate dalle importazioni accresciute e dalla possibile entrata in vigore dei dazi al 25% sulle importazioni siderurgiche negli Stati Uniti.
    Emerge dalle analisi dell'ufficio studi Siderweb, diffuse in occasione della apertura delle registrazioni a 'Made in Steel 2019', la principale rassegna del Sud Europa dedicata alla filiera dell'acciaio e organizzata da Siderweb, dal 14 al 16 maggio 2019 a FieraMilano. Da gennaio a marzo l'Italia ha prodotto 6,4 milioni di tonnellate di acciaio, in crescita del 3,7%. E' la migliore performance tra i grandi produttori europei.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who