Def: Pil 2018 accelera a +1,6%, poi scende con Iva

Fonti del Mef, indiscrezioni sono ipotesi ancora allo studio

Il Pil 2018 dovrebbe accelerare all'1,6% dall'1,5% previsto finora, rallentando poi all'1,4% nel 2019 e all'1,3% nel 2020 per l'effetto 'recessivo' delle clausole di salvaguardia sull'Iva previste a legislazione vigente. E' quanto prevede, a quanto si apprende, il quadro tendenziale del Def 'tecnico' messo a punto dal Mef.

"Il quadro tendenziale del Documento di economia e finanza non è ancora stato definito ed è al momento oggetto di analisi dei tecnici del Mef". E' quanto affermano fonti del Ministero dell'Economia, precisando che "le indiscrezioni riportate da alcune agenzie di stampa sono soltanto ipotesi ancora allo studio".

Il governo potrebbe presentare il Def in versione 'asciutta' all'inizio della prossima settimana, probabilmente tra lunedì a martedì. Secondo quanto si apprende, si tratterebbe, come ribadito più volte dal governo, solo del quadro macroeconomico tendenziale, a legislazione vigente. Il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, rientrerà dalla riunione del Fondo monetario internazionale a Washington domenica sera.

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who