Generali: Caltagirone sale ancora, è al 3,76%

Acquista in due tranche 1,4 milioni di azioni per 21,8 mln euro

   Francesco Gaetano Caltagirone sale ancora nell'azionariato di Generali: arriva (complessivamente, tramite anche diverse partecipazioni indirette) a quota 3,76% e rafforza così la posizione di secondo azionista dopo Mediobanca.

    Già ad inizio settimana la quota di Caltagirone era stata portata al 3,6% (con acquisti, in due giorni, per circa 30 milioni di euro) . Dalle comunicazioni di Borsa emerge che (tramite Fincal) ha acquistato altre 500mila azioni il 21 marzo per un controvalore di circa 7,8 milioni (ad un prezzo medio di 15,72 euro per azione) ed ancora, ieri, altre 900mila azioni per circa 14 milioni di euro (in media 15,59 euro per azione).

    Sullo sfondo, nell'azionariato del Leone di Trieste, c'è anche la partita che potrebbe giocare la famiglia Benetton tramite la holding Edizione: c'è attenzione sulla possibilità che venga portata in cda la decisione di salire ancora (al 5% secondo indiscrezioni di stampa) dopo la mossa dello scorso gennaio quando la partecipazione è stata aumentata dallo 0,94% a circa il 2%.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who