Vivendi: cede 27,3% di Ubisoft per 2 mld

Operazione in accordo con famiglia Guillemot dopo conflitti

(ANSA) - MILANO, 20 MAR - Vivendi vende la sua partecipazione (il 27,3% del capitale) nella società francese Ubisoft, che sviluppa e produce videogiochi, per 2 miliardi di euro.
    Operazione in accordo con la famiglia dei fondatori, i Guillemot, da tempo in conflitto con Vivendi, che recupera parte delle azioni. Vivendi è entrata nella capitale Ubisoft nel 2015, investendo in tre anni 794 milioni di euro. Quindi la plusvalenza è superiore ai 1,2 miliardi. Delle 30.489.300 di azioni di Vivendi, 18.368.088 andranno ad investitori qualificati, 3.030.303 alla Guillemot Brothers SE, il resto a Ubisoft, al prezzo di 66 euro per azione (oggi il titolo ha chiuso a Parigi a 68,56 euro). Vivendi non sarà più azionista di Ubisoft e si è impegnata a non acquisirne azioni per cinque anni. Il gruppo di Vincent Bollorè, che già possiede Gameloft, "conferma la sua intenzione di rafforzare la propria presenza nel settore dei videogiochi particolarmente dinamico, che è uno dei capisaldi dello sviluppo del Gruppo".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who