Borsalino: GdF sequestra marchio, non andrà a terzi

Adesso i curatori potranno cedere azienda e brand

 La Guardia di Finanza ha sequestrato il marchio Borsalino, su richiesta della Procura della Repubblica di Alessandria. Lo si apprende da ambienti vicini alla storica azienda, dichiarata fallita a fine 2017. Erano stati i curatori fallimentari, Stefano Ambrosini e Paola Barisone, ad attivarsi per il sequestro, autorizzati dal giudice delegato al fallimento. Il sequestro scongiura il trasferimento del brand a terzi e consente ai curatori di mettere in vendita l'intera azienda, compreso il marchio che era stato venduto dal Mediocredito alla Haeres Equita di Camperio, che ha in affitto la Borsalino. Il sequestro segna una svolta dal momento che risulta che i potenziali acquirenti abbiano condizionato il loro interesse al fatto che i curatori siano in grado di vendere, insieme all'azienda, anche il marchio a suo tempo scorporato.
    Sembra si tratti di soggetti interessati a effettuare cospicui investimenti e a rilanciare il marchio anche al di là del settore dei cappelli.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video Economia



Vai al sito: Who's Who